Die Gedanken sind frei

Sulla Schlossstraße davanti CundA, si mette spesso un signore che canta canzoni popolari. Durante l’avvento cambia repertorio, ma altrimenti canta sempre le stesse canzoni.

Tra tutte la mia preferita è:

Die Gedanken sind frei

Wer kann sie erraten

Sie fliehen vorbei, wie nächtliche Schatten

Kein Mensch kann sie wissen, kein Jäger erschießen.

Es bleibt dabei: die Gedanken sind frei.

Continua a leggere

Annunci

Diritto di re-cesso

I tedeschi, quando hanno fretta di sposarsi, lo vanno a fare in Danimarca. La Danimarca deve essere tipo la Las Vegas del nord, ma senza slot machines. A quanto pare non servono molti documenti, ci vuole meno burocrazia per sposarsi.

Continua a leggere

Il cielo di merda sopra Berlino

Spesso mi viene chiesto come faccio a vivere a Berlino, a resistere ai lunghi inverni in assenza di luce. A parte che Berlino non si trova al nord della penisola Scandinava e non è così buio, in realtà al freddo mi sono ormai abituata o forse dopo le due gravidanze i miei ormoni sono completamente impazziti e passo l’inverno a sudare.

Continua a leggere

Gli Altbauten di Berlino

In Germania gli edifici si distinguono in Neubau e Altbau. Gli Altbau sono gli edifici costruiti fino al 1949, tutti gli altri sono Neubau. Poi vabbe in ex Germania est ci sono i Plattenbau, che sono le costruzioni DDR costruite tipo mattoncini lego. Il mio primo appartamento era in un Plattenbau.
Gli Altbau sono la mia passione. Alcuni sono addirittura Denkmalschutz cioè ritenuti monumento perché costruiti da un particolare architetto o perché hanno un particolare significato.
Gli Altbauten hanno al massimo 4- 5 piani, difficilmente con ascensore, e se c’è è stato costruito in un secondo tempo. Per i crucchi evidentemente non è un problema farsi 5 piani a piedi ogni giorno, più volte al giorno. Portare su la spesa, dimenticare di aver comprato la carta igienica e scendere nuovamente.
Gli Altbauten hanno i pavimenti rigorosamente in legno, di Diele o Parkett. I tetti sono altississimi, le finestre enormi e luminose. L’impianto elettrico risale al periodo della guerra, quello idraulico spesso anche. I bagni sono tutti ricavati, prima erano ai piani, in comune. Molti appartamenti erano originariamente molto più grandi e suddivisi solamente in seguito per ricavarne di più.
Spesso esiste un Vorderhaus (edificio su strada) e un Hinterhaus o Gartenhaus (edificio sul retro). In genere gli appartamenti sul Vorderhaus sono più grandi e belli. Alcuni edifici hanno anche i Seitenflügel (edifici laterali). I postini si divertono un mondo a cercare i tipi che comprano su Amazon tra i vari angoli degli Altbauten e farsi poi 5 piani a piedi per portare il pacco fino a su. Infatti spesso se ne fottono e lo abbandonano al primo che capita. A volte senza lasciare l’avviso. Così impari ad ordinare l’enciclopedia treccani su Amazon.
Quando si fa buio, alle 4 di pomeriggio, mi piace guardare attraverso le enormi finestre prive di tende, per lo più. Qui non si dorme al buio. Si lascia entrare il più possibile la poca luce che c’è. Ammiro le enormi librerie, i colori delle pareti, la vita che c’è dentro le finestre.
Mi affascinano gli appartamenti all’ultimo piano, sotto i tetti spioventi. Alcuni con dei piccoli balconcini incastonati tra le tegole. Da li puoi vedere tutta Berlino. O quasi. A Spandau sicuramente non ci arrivi.
Vicino all’ufficio ci sono Altbauten molto belli. Con tetti meravigliosi. Vetrate enormi e terrazze all’ultimo piano. Deve essere bellissimo abitare li.
Poi penso ai 5 piani a piedi.
Manco morta.