Aghi di pino

E silenzio e funghi
Buoni da mangiare, buoni da seccare
Da farci il sugo quando viene natale
Quando i bambini piangono e a dormire non ci vogliono andare

Gennaio è il mese più triste dell’anno. Le case e la città si svestono delle luci e addobbi natalizi e improvvisamente la sera è più buio. A gennaio non è festa il 6, non qui. Sembra che la gente aspetti il primo del mese, dell’anno, per mettere l’albero di natale letteralmente alla porta.

Sui marciapiedi vengono accatastati i vari alberi oggi spogli, ieri ancora addobbati e accesi. Rimangono li, sui bordi dei marciapiedi in attesa che la BsR venga a raccoglierli.
Il soggiorno adesso mi sembra più spazioso, ora che il Tannenbaum troppo grande per il nostro appartamento non c’è più.
Nella stanza di Ciccio è scomparso il calendario dell’avvento, che lui chiamava “unoalgiorno” perché gli abbiamo spiegato poteva svuotare solo una casellina al giorno. Sono rimasti in play dooh, le auto e i puzzle per giocare. Ogni tanto però ci pensa ancora e mi chiede di unoalgiorno. Il prossimo anno, Ciccio. Ma lui non sa nemmeno come è fatto un anno. Un anno è fatto di 341 di senza unoalgiorno più 24 di unoalgiorno.

A febbraio c’è il carnevale, a marzo pasqua, ad aprile il tuo compleanno porta la primavera che splenderà a maggio, a giugno arriva l’estate, a luglio il mare ad agosto ricomincia la scuola e settembre porta ancora un vago ricordo dell’estate. Ottobre si colora di arancione, a novembre ci sono le lanterne e dicembre inizia con la prima casella di unoalgiorno. Tutto questo tempo devi aspettare fino al prossimo avvento.

Hai ancora tempo per imparare Oh Tannenbaum! andando oltre la parola Blätter, per lucidare gli stivali per Nikolaus e imparare a fare i Plätzchen.

Nell’attesa io continuerò a raccogliere gli aghi di pino che continuano a spuntare fuori dalle doghe del pavimento.

Annunci

8 pensieri su “Aghi di pino

  1. Oltre agli aghi di pino pure brillantini sfuggiti a qualche pallina/decorazione e che spuntano come funghi nonostante il terzo giro di aspirapolvere. Mistero!
    p.s. con Febbraio per me inizia già la primavera, non mi chiedere perché ma l’ho sempre vissuto così. Saranno le giornate che si allungano a vista d’occhio (o il mio compleanno..) 🙂

    Piace a 1 persona

  2. Io sono convinta che dal 10 gennaio si inizi a percepire un lievissimo allungarsi delle giornate, un cambio nella luce, anche se poi in realtà il vero inverno con le giornate più fredde arriverà a gennaio e febbraio e magari qualche nevicata addirittura a marzo.
    Questa convinzione, che ha trovato conferma anche quest’anno, complice il fatto che finalmente è andata via la nebbia, mi aiuta a superare quello spleen post-festività che hai ben descritto.
    p.s. i coriandoli saranno peggio degli aghi di pino: neanche gli aspirapolvere più potenti riusciranno a scovarli tutti!

    Piace a 1 persona

    • Stavo pensando che “coriandoli” si dice Konfetti, ma non hanno la mandorla dentro 🙂
      Da ste doghe viene fuori di tutto. Secondo me gli agli di pino sono del dopoguerra, non è possibile

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...