Maggio

Quando arriva lo stipendio sul conto,  so che il mese è ormai quasi terminato e tiro un sospiro di sollievo,  non per i soldi,  oddio pure,  ma perché sono sopravvissuta pure a questo mese.  Maggio è un mese ricco di appuntamenti e ricorrenze.
È il mese degli asparagi fallici bianchi, amati dai crucchi che li inondano di salsa olandese.  I menù dei ristoranti hanno una carta a parte solo per le pietanze a base di asparagi. A chi la carta dei vini,  a chi quella degli asparagi.
Nelle strade compaiono i fragoloni di Karls,  che indicano la prossima stagione delle fragole. I ristoratori ottimisti mettono fuori i tavoli,  io pessimista tiro su la cerniera del giubbotto.
Nei vasi dei fiorai trovano posto le rose di pentecoste,  così si chiamano le Peonie,  che io preferisco quando sono ancora chiuse a palla.
Nei banchi della carne al supermercato spuntano bistecche arancioni che indicano l’inizio del periodo dei barbecue. A Berlino è permesso arrostire in molti parchi cittadini,  passando quindi dalla Siegessäule con la bici attraverso il Tiergarten,  potrete sentire l’odore del maiale alla brace. Mi ricorda il cavalcavia di Viale delle Scienze da dove proveniva l’odore delle stigghiola.
I panifici sfornano torte al Rabarbaro che io conoscevo solo da bere e invece ho scoperto qui che è come un sedano, ma con le coste rosse.
Il carnevale delle culture ha avuto luogo anche questa pentecoste,  nonostante lo, scorso anno sarebbe dovuto essere l’ultimo.
Falcone è morto ancora,  come continua a fare dal 1992.
Io sono sopravvissuta ancora una volta al 23 maggio e ai ricordi che porta con sé e sono sopravvissuta al mese intero.
Sono sopravvissuta alla cucina e al bagno allagati,  a tre sabati lavorativi,  all’ennesimo sciopero Sbahn e ad un colloquio andato male.
Del colloquio non sono in realtà rimasta male,  non si può rimanere male di un colloquio che inizia con “non ho molto tempo”.  Sono rimasta male di non aver subito detto “vabbe allora ciao”  e di aver dato la possibilità a questa persona di fanculizzarmi,  quando avrei invece dovuto farlo io.
Sono rimasta male ancora di più di una reazione,  una risposta data quando avrei voluto un po’ di conforto e invece mi sono sentita solo sminuita.
Stupidamente tiro un sospiro di sollievo pensando che la fine di un mese porta con sé la fine di pensieri e problemi.
Ma giugno porterà con sé altri pensieri,  per fortuna solo per 30 giorni.

Annunci

13 pensieri su “Maggio

  1. Non sapevo esistessero le torte al rabarbaro!
    Mi dispiace veramente tanto per il colloquio e non sopporto la gente che sminuisce o far rimaner male i candidati durante un colloquio. Purtroppo ci sono passata anch’io però quando sono stata dall’altra parte e facevo selezione non mi sono mai permessa di trattare male i candidati. Il rispetto viene come prima cosa in tutto!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...