Il Natale in giro per il mondo

Oggi sono ospite di Costanza, da Houston, Texas.

Ormai manca poco a Natale, e il tempo per cercare un Babbo natale disponibile per il 24 sera, sta terminando. Sì, perché qui i Babbo Natale si affittano. In alcuni posti si affitta il costume, qui invece si passa direttamente alla persona. Non di rado si vedono nei supermercati o nelle pagine con le inserzioni dei quotidiani locali, offerte di Babbo Natale, nel senso che Babbo Natale si da in affitto.

Io non mi ricordo se ho mai creduto a Babbo Natale. Chi portava i doni più belli era nonno Michele, e non aveva barba, né tanto meno si vestiva di rosso. Insomma Babbo Natale era lui, 365 giorni all’anno, ma ancora di più a Natale. Quando il nonno se ne è andato (che ero comunque già liceale), ho smesso di credere a Babbo Natale e al Natale. Adesso però è diverso, perché c’è Ciccio e il Natale è la sua festa. Il Natale in realtà inizia subito dopo il Totensonntag, che è l’ultima domenica prima della prima di avvento. I mercatini vengono aperti, si illuminano di lucette colorate e nell’aria si disperde un odore di cannella e chiodi di garofano misto a quello dei Wurst, che non possono mai mancare in Germania.

Per continuare a leggere di me e delle altre Mädels in giro per il mondo:

http://babyatthecity.org/2014/12/09/christmas-is-all-around/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...