Di Laterne e Carnevali

Mentre oggi a Palermo si stanno ingozzando di biscotti di S.Martino chini  o vacanti (ripieni di ricotta o no), io vi parlo di due feste crucche che hanno luogo oggi, ma che non sono collegate tra loro.

Oggi anche qui si festeggia Martinstag. E qui sono dovuta andare di Wikipedia perché io e la religione non andiamo molto d’accordo.

In realtá l’11 novembre é il giorno della sepoltura di Martino. Martino, chiamato cosí dal padre in onore di Marte dio della guerra (e ditemi se con questi presupposti non poteva che diventare santo) fu soldato dell’esercito romano. Durante una ronda notturna avvenne l’episodio che lo fece convertire: incontrato un mendicante seminudo in una notte gelida, prese il suo mantello e lo divise in due con la spada, donandone metá al mendicante. La notte sognò Gesù che gli veniva incontro coperto della metá del suo mantello, ringraziandolo per averlo coperto. Al suo risveglio il mantello era integro. Da allora Martino si convertí al cristianesimo, divenne vescoco e bla bla bla bla. Le cose che ci interessano sono due:

In questo giorno si mangia l’oca. Martino viveva nella povertá e semplicitá, quando fu nominato contro la sua volontà vescovo di Tours, si nascose tra le oche, le quali peró starnazzando ne rivelarono il nascondiglio. E quindi noi oggi le puniamo ancora e ce le pappiamo.

Seconda cosa, la piú bella, perché tanto io l’oca non la mangio, é il corteo dei bimbi con le Laterne (lo so come si scrive, peró qui si chiamano cosí, senza una n). Negli asili e nelle scuole elementari le maestre aiutano i bimbi a creare la propria lanterna e con questa vanno poi in giro per le strade cantando una canzoncina. Questo per noi sarebbe stato il primo anno, ma siccome Ciccio é stato male non abbiamo potuto festeggiare (vedi il Buongiornouncazzo di ieri)

laterne

Altra ricorrenza da non dimenticare é che Martin Luther fu battezzato il giorno di S.Martino, dal quale appunto prese il nome.

Oggi alle 11:11 inizia il carnevale a Köln, o meglio in tutta la regione del Reno. L’origine va cercata nella tradizione della chiesa bizantina, secondo la quale la quaresima aveva luogo prima di Natale.

Cortei, musica e gente in maschera, una festa che ha tregua solo a Natale per ricominciare quasi subito dopo in quello che noi tutti conosciamo come “Carnevale” e finire poi nella domenica delle ceneri. Si dice infatti che la gente di Colonia sia gente pazza, divertente. Noi no. Noi Berlinesi siamo gente serissima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...