La striscia dei conigli

Sembrerebbe assurdo pensare che persino nella striscia della morte possa esserci vita, eppure durante la divisione di Berlino é stato proprio cosí.

La Todesstreife (striscia della morte) era infatti popolata da conigli. Chissà cosa avranno pensato allora i roditori. Forse avranno pensato che i berlinesi, per preservare la loro specie, avessero costruito un muro loro intorno e che addirittitura li difendesse con le armi, affinché potessero nutrirsi, giocare e procearsi indisturbati. Chissá.

Di fatto peró in effetti erano del tutto indisturbati e di erba fresca non gliene mancava affatto. Nessuna auto a sfrecciare col rischio di ucciderli, nessun essere umano che potesse costituire un pericolo.

Nel giro di pochi anni i conigli iniziarono a diventare veramente tanti, solo che forse a qualcuno ad un certo punto venne la curiositá di sapere cosa ci fosse oltre il muro. Iniziarono quindi a scavare dei tunnel come avevano giá fatto altri  e scappavano oltre il muro. Ora, sta cosa ai tedeschi della DDR non doveva andare proprio giú, persino i conigli si lasciavano scappare, e quindi iniziarono una vera e proprio caccia al coniglio.

Rafforzarono le recinsioni e sparsero sostanze chimiche nel terreno, sparare a distanza era pure un ottimo esercizio per tenersi allenati con le armi da fuoco. Da quando inizió la caccia ai conigli (1989), questi non ebbero vita facile. Per fortuna non dovettero aspettare molto prima di venire liberati. Entro l’anno sarebbero stati liberi di andare dove volevano.

In realtá peró fino al 1989 il muro li aveva difesi e offerto loro una casa. Da allora non sono riusciti a trovare un luogo altrettanto sicuro. Vicino la fermata Ubahn di Spichernstraße vi é un piccolissimo pezzetto di terra, tra le macchine che sfrecciano, lí, nelle belle giornate, si possono vedere alcuni conigli.

In generale non é affatto difficile imbattersi in un coniglio per le strade berlinesi.

Sono sopravvissuti alla riunificazione, oltre il muro, loro che si sono moltiplicati nella striscia della morte, che hanno vissuto una vita dove nessuno la avrebbe mai immaginata.

p.s. Mauerhase/ Rabbit á la Berlin é un film documentario di due registi polacchi, nominato nel 2010 all’oscar nella categoria di cortometraggi documentaristici.

Annunci

2 pensieri su “La striscia dei conigli

  1. Pingback: La striscia dei conigli | krauti a colazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...