Berlino-Palermo A/R

Mia mamma non sa più cosa inventarsi per farmi tornare a Palermo, non si piega nemmeno a disturbare le “alte sfere” della società palermitana, coinvolgende perfino Herr Oberbürgermaister della città. E così Cammaratuccio mi scrive invitandomi ad andare a votare il 6 e il 7 giugno (ma perchè nel resto dell’EU si vota solo domenica e in Italia abbiamo bisogno di un giorno in più?). Egli, non ha solo speso i 0,65 cent per spedirmi la cartolina (dico io, almeno una foto del monte pellegrino me la poteva mandare!), ma mi garantisce “agevolazioni economiche” sul viaggio, che carino! C’è un piccolo trascurabile problema però. L’agevolazione in questione riguarda solo i biglietti rilasciati dalle ferrovie dello stato. Ora, io abito un pò piú a nord, oltre i confini statali. Per arrivare da Berlino a Roseheim (la città più vicina al confine austriaco) mi ci vogliono oltre 7 ore e 118 euro (solo andata) che chiaramente non verrebbero rimborsati. E non voglio nemmeno pensare quante ore ci vogliono ancora per giungere in Sicilia e a Palermo.

Io ringrazio di cuore la mia mamma che si è premurata di farmi avere agevolazioni per avermi a casa a giugno, e ringrazio Herr Oberbürgermeister per essersi ricordato della mia esistenza, ma per stavolta desisto e voto in Tedeschia. Danke schön

Annunci

43 pensieri su “Berlino-Palermo A/R

  1. Anche io ho rcevuto la cartolina da “donna Rosa” in persona (Russo Jervolino, sindaco di Napoli). Non oso nemmeno immaginare un viaggio in treno da Amburgo a Napoli. Voto qui e per questo sono andata pure all’ufficio tedeschissimo a registrarmi.
    🙂

    Mi piace

  2. Io invece abito in Messico e verrò a votare. Mi prendo l’autobus fino all’alaska, da lì passo in kayak in siberia e con la transiberiana in un men che non si dica arrivo in Europa. Al valico di Ventimiglia finalmente potrò usufruire del mio rimborsino FS sempre che non mi si rimandi indietro credendomi un perfido e potenzialmente pericoloso clandestino…

    Mi piace

  3. Giulia…io ho fatto un viaggio in treno firenze-Potsdam A/R…un’esperienza dewastante. Fino a Palermo non oso nemmeno immaginarlo!

    Sia te che Bianca fate BENISSIMO a votare in germania…

    Mi piace

  4. Kimera, mi ero rifiutata di pensare a coloro che stanno ancora più lontano…ma dai, un minimo di spirito patriottico? Per la patria e i politici italiani non vai a votare in Italia? 😉

    4ngel0 io mi sono accontentata di lipsia venezia in treno, quello di notte solo posto a sedere. 14 ore di treno, notte insonne, afosa, e sono stata svegliata al confine con l’austria e poi a quello con l’Italia per il controllo documenti..e io che credevo che non co fossero più le frontiere..cmq devastante, il giorno dopo dovevo “masterizzarmi”, ero in stato comatoso

    Mi piace

  5. abito in germania e non voto né di qua né di lá del confine. non voto per amarezza, stanchezza, delusione..per non sentirmi responsabile in qualche modo dello scempio culturale e sociale che attraversa il nostro bel paese da nord a sud e da est a ovest.
    margherita

    Mi piace

  6. @Margherita: Anche a me fanno schifo! Anche io ho avuto questa tentazione. Ma il diritto di voto è una conquista, una conquista di libertà. E per questa ibertà le persone sono morte. Votare…è necessario. È il solo modo di far sentire la nostra voce…non cadere in tentazione…o se proprio devi essere tentata…prova con la mela 😉

    Mi piace

  7. ecco, io mi sento una “QUAQUA” una qualunquista di qualitá e la storia di tapparsi il naso proprio non mi va.
    la mela!! ma se tutte le sfortune dell´umanitá sono iniziate da lí!! trovatemi un ´altra tentazione metaforica per favore
    margherita

    Mi piace

  8. allora parliamo della cucina italiana in germania, ok? o di quello che si trova nei supermercati, ad esempio la “zottarella”, un sottoprodotto della mozzarella…ma secondo voi perché la mozzarella non riesce a varcare le alpi?
    (mi sembra un tema interssante, da dissertazione per un laureando in scienze alimentari…)
    margherita

    Mi piace

  9. Mah…io a dresda la trovavo…addirittura anche di bufala! Invece la ricerca di pancetta non affumicata non ha mai sortito effetto…ergo…charbonara con la pancetta affumicata…maledetti loro!

    Mi piace

  10. sono vegetariana per cui mi sfugge tutto il mondo legato ai maiali..
    ho dribblato sul voto perché non vorrei, stante il nuovo decreto sulla sicurezza, (il pacchetto) essere vista come una che istiga a delinquere attraverso internet..
    meglio parlare di cibo: vi piace la minestra?
    margherita

    Mi piace

  11. Margherita, si trova benissimo la mozzerella di bufala italiana doc, io la trovo al Kaufland e ce n’è anche una buonissima da Real, se cerchi, trovi. La ricotta invece..aihmè quella non va oltre i confini siculi, quindi niente cannoli 😦

    Mi piace

  12. ehm..scusate se interrompo la dissertazione culinaria in atto..
    io, diversamente da voi, risiedo ancora in italia, per poco, sono in partenza per berlino anch’io, ma quanti siamo?
    avevo pensato di scendere a votare, dalle mie parti (vivo e lavoro a bologna e voto in basilicata!! ) oltre alle europee anche le provinciali..ma sabato scorso ho consegnato il mio bel 730 precompilato al caf…rimborso per il 2008, per un reddito di 13.000euro, con 400 di spese sanitarie sostenute, 47 euro!!! e cosi’ mi son detta, ma chi diavolo me lo fa fare di spendere 86 euro di andata e ritorno, 16 ore di pullman in notturna, poiche’ a sfiglandia non arriva neanche il treno??
    buona germania a tutti!!!

    Mi piace

  13. @giulietta: Mangi anche GULASCH di BIUSTE? Dimmi di no…per fawore!

    @Mariella: il teNpo della fuga “dei cervelli” è finito…ora c’è solo quello della fuga…E quando il sistema ti tratta in quel modo…la rabbia monta…

    Mi piace

  14. ma che bella dissertazione! posso dissertare dissentendo? (angelo non tirare fuori la dissenteria per favore..)
    basta parlare di questi cibi velatamente sessuali che sono i wurstel per favore!! parliamo…della MINESTRA per favore!
    e anche dell’ aire perchè no?

    Mi piace

  15. no l’Aire NO per favore tutto ma l’Aire nooooooo…..
    Comunque per la cronaca la Regione Toscana fino a qualche elezione fa, dava un contributo di 400 Euro spendibili su ogni mezzo, aereo compreso, per gli iscritti all’Aire che volessero tornare a votare.
    Quando ho fatto la stessa domanda all’ufficio elettorale del Comune di Catania non smettevano di ridere…
    Vediamo se riesco a strappare almeno il contributo nave per queste elezioni… se parto entro domani magari arrivo in tempo…

    Mi piace

  16. forse potete aiutarmi allora..io sono quasi nuova qui in germania..come funziona per la sanitá quando torno in italia?? insomma, posso andare da un medico in italia se mi azzoppo quando sono in ferie o devo pagare tutto?
    giá con l´iscrizione all´aire mi sono beccata la compilazione del famoso modello unico..

    Mi piace

  17. non ti rischiare ad iscriverti all’aire, io l’ho fatto e le conseguenze sono devastanti. Proprio la sanità è un enorme problema. Se sei iscritta all’aire perdi la cassa malattia in Italia, se poi sei combinata come me e sei libero professionista, a non hai un datore di lavoro che ti paghi quella tedesca, devi assicurarti privatamente. Io pago 215 euro al mese. Alternativa? accendi un cero a santa Rosalia e speri di non stare mai male, nè in germania nè in Italia, perchè dovresti pagare altrimenti conti salatissimi. Non ti iscrivere, ascoltami

    Mi piace

  18. scusa..non ho capito il discorso del modello unico. La dichiarazione dei redditi la puoi fare in Germania, l’importante è che la fai nel paese dove sei residente. Io la faccio qui e finora ho pure ricevuto rimborsi spesa. Meno ho a che fare con le istituzioni italiane, meglio è.

    Mi piace

  19. VOTARE? PER CHI? PER COLORO CHE SI METTONO IN TASCA MIGLIAIA DI EURO OGNI MESE, MOLTI PRIVILEGI, POI LA BUONUSCITA, LA PENSIONE E AI CITTADIN DICONO:SACRIFICI,SACRIFICI PER VOI,NON PER NOI!

    Mi piace

  20. no, votare per noi! Se non ci fosse il parlamento europeo io avrei bisogno di un permesso di soggiorno o di lavoro per vivere qui. Se non ci fosse il parlamento europeo ci sarebbero ancora le frontiere, non ci sarebbero sovvenzioni economiche all’agricoltura e allo sviluppo. Credo anzo che si dovrebbe potenziare l’importanza di tale parlamento. Proprio oggi vedevo uno spot informativo tedesco, fatto da studenti: se il latte costa 49 cent è grazie al parlamento europeo, se le teriffe dei telefonini quando si è in roming sono state abbassate è anche merito del parlamento europeo, se fai scambi erasmus o comenius o ancora leonardo è grazie all’eu.

    Mi piace

  21. Pingback: Repubblica.it - Blog - NetMonitor » Blog Archive » Quella folla che chiede dieci risposte

  22. Ciao a tutti da Frankfurt. Spendo una parola per il parlamento europeo e la EU nel suo insieme. La EU è l’unica istituzione che ha portato uno sviluppo nuovo in Europa. Solo i certi politici locali non vogliono che il parlamento europeo acquisti peso per continuare a fare politiche per il proprio tornaconto. Capisco benissimo chi ha immani difficoltà per votare, ma chi ne ha la possibiilità dovrebbe farlo. Veramente!
    ciao
    Giovanni

    Mi piace

  23. ho un’idea geniale per noi che abitiamo in germania e siamo chiamati al voto: dunque si noleggia un gommone e, partendo dal reno e solo per via fluviale, si arriva al po.
    che ne pensate?? forse ci ricacciano indietro?

    Mi piace

  24. Sono d’accordo con Giovanni, io posso votare in Francia, e scegliere se votare italiani tramite il consolato o francesi. Votero i politici nostrani, se non altro perchè mi pare bisogna tentare di sostenere certi politici che hanno veramente fatto qualcosa a livello europeo. E lo so perchè, avendo un amica assistente parlamentare che alloggiava da me a tutte le sessioni, so che ci sono stati dei politici italiani, Claudio Fava, Giusto Catania, che si sono dati veramente da fare per i cittadini europei.

    Mi piace

  25. Io vivo negli Stati Uniti d’America dal 1979. Ho ricevuto una cartolina da Napoli che mi invita a tornare a Napoli per votare.
    Io sono residente a Yuma, Arizona, una citta` di confine con il Messico. Mi ha fatto ridere il fatto che la cartolina mi fara` avere uno sconto per il treno. Il treno?Che treno? Il treno per Yuma?

    Mi piace

  26. Anche io ho ricevuto la cartolina da Roma con l’offerta sconto per il treno all’interno dei confini italiani. Io vivo in California. Perche’ non possiamo votare per posta come si fa nei paesi civili? Ah, dimenticavo…..l’Italia si sta declassando sempre piu’ da paese civile, grazie ai miserabili individui che la governano, cosi non c’e’ da stupirsi se stanno anche togliendo il diritto al voto.

    Mi piace

  27. Votare si deve sempre, il Parlamento Europeo sarà e deve essere sempre più importante, quindi a maggior ragione votate, dove volete, ma votate.
    Io torno a votare, ma soprattutto per vedere gli altri componenti della famiglia

    Ho scoperto che una specie di ricotta si trova al Karstadt, quindi grazie

    Ma…siamo tutti in Germania?

    Mi piace

  28. bene bene. abbiamo sviscerato per le elezioni il:
    quando? hanno provveduto ad avvisarci
    dove? ognuno dove vuole
    perchè? le ragioni di ognuno
    manca il: chi?
    chi votate? il voto è segreto, questo si sa..ma almeno illuminatemi!!
    (magari senza ceri a santa rosalia)

    Mi piace

  29. ciao a tutti da Augsburg. Beh, visto che pendolo ogni giorno Augsburg – Muenchen….forse pendolerò fino a Treviso per votare. In effetti: perchè non possiamo, nell´era dei super computer, votare premendo un tasto? E qualcuno ha visto liste di Italiani da votare? O bisogna andare al consolato anche per questo?

    Mi piace

  30. Repubblica scrive a caratteri cubitali >>””””Berlusconi: “Marcegaglia velina”E lei: “Sono una persona seria” Vorremmo che anche Repubblica fosse un giornale serio e di pettegolezzo inutile. Io ho gia’ prenotato il viaggio dagli USA per l’ Italia per votare a favore di BERLUSCONI!!!!SPUTATE VELENO E CONFORTATEVI CON GLI INSULTI !!!!!!

    Mi piace

  31. Dimenticavo di dire che tutta la comunita’ Italiana dove io vivo e’ a favore di Berlusconi. Infatti tramite RAI INTERNATIONAL, seguiamo i servizi monotematici contro Berlusconi e siccome leggiamo anche i giornali tramite internet e abbiamo contatti quotidiani con i nostri parenti e amici in Italia, siamo dalla parte di Berlusconi perche’ e’ positivo, fattivo eanticomunista. La sinistra e’ fatta di omuncoli inutili e capaci solo di sputare veleno e falsita’!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...