Typisch Deutsch

Non è colpa loro se sono tedeschi. Me ne devo pur fare una ragione. Dopo un paio di annetti però certe cose non riesco proprio a mandarle giù.

All’inizio di ogni estate cerco di preparami psicologicamente a ciò che mi aspetta: cerco di convincermi che non è poi così terribile indossare i sandali con le calze, che sicuramente vi sarà una (oscura) ragione per prendersi beffa di ogni logica (metto il sandalo per far respirare meglio il piedino, perché fa caldo, allora perché la calza??) o canone estetico.

Provo a non sentire le loro ordinazioni al bar di latte macciato o di bruscetta con radiccio, che non so fino a che punto, anche senza l’acca, siano commestibili.

Mi sforzo di voltarmi dall`altra parte quando vedo un tedesco vestito di blu scuro o marrone scuro e nero, ho già provato a spiegare che indossare un maglione arancio e pantaloni verdi, non fa proprio figo, ma ogni mia spiegazione è stata vana.

Ma il tedesco DOC si riconosce quando entra in un ristorante italiano, dove a prelibati piatti tipicamente italiani, accompagna da bere non una birretta, da bravo tedeschino, non un vino, da bravo italiano, non un’acqua minerale ma un bel cappuccino.

Immaginate cioè di mangiare un piatto di pappardelle al ragú di cervo, il tutto irrorato da cappuccino o dal loro tipico caffè (lungo almeno un km), dal quale si può scorgere un tentacolo di polpo in cerca di salvezza, perché anche per lui, poverino è troppo.

Così come in Italia è severamente proibito fumare nei locali, in quelli tedeschi, per rispetto nei confronti della clientela,  dovrebbero scrivere “è severamente proibito bere un caffè o simili, su portate che non siano dolci”.

Annunci

7 pensieri su “Typisch Deutsch

  1. e’ terribile! quasi quanto quando inondano di formaggio grattuggiato i piatti di pesce…
    cmq ho visto bere cappuccino ai tedeschi anche nei ristoranti in Italia, brrrr, tremendo!!!!

    Mi piace

  2. Giulietta…ti “autorizzo” a pubblicare la mia e-mail…del resto purtroppo non posso vantarne i diritti d´autore visto che non e´farina del mio sacco…a proposito come si dice calia e semenza in italiano???;-)

    P.S. Mi farebbe davvero piacere conoscerti, mi sembri molto simpatica…e poi a casa ho una collezione di dossi della favorita da far invidia…ti invito ufficialmente a vederli e magari ti offro un buon expresso e un bel piatto di Ghnocci

    Mi piace

  3. la calia non è altro che ceci, mentre la semenza, e questo lo scoperto da grande, sono i semi della zucca rossa…e come si traduce “scaccio”? e perchè la semenza è ignorante?
    guarda che ci conto ad incontrarti!!!! e poi con me avresti un pacchetto di tre: io, mio fratello e zito di Cefalù…certo io sono la parte migliore…
    Un bacio
    p.s. per Aizram: la pasta al pesce col formaggio è da cinema horror

    Mi piace

  4. Verissimo!
    Ricordo uno dei primi miei viaggi, ormai nel paleozoico (era il 1973…), quando a Venezia in un “povero” ristorante ho condiviso il tavolo con un gigantesco teutonico che, pasteggiando carne con un contorno di bianchissimi spaghetti, sorseggiava una volta un zuccherato cappuccino e un’altra un bicchiere di birra!
    Ci penso e un brivido mi solletica le mani…
    E’ uno dei miei primi, e indelebili, ricordi di tantissimi viaggi.
    Non c’è male come primo approccio con gente d’altri paesi.
    Però per me i tedeschi “sunnu grazziusi”, veramente.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...