a tempo di musica

HANOI- Un allevatore di maiali vietnamita afferma di aver aumentato la sua produttività dopo che, da qualche anno, fa ascoltare loro Beethoven, Mozart e Schubert quando li fa mangiare.

Nguyen Chi Cong, 44 anni, aveva cominciato circa sei anni fa a diffondere musica classica attraverso altoparlanti per il piacere dei suoi lavoranti, poi, però, si è accorto che anche i suini apprezzavano la buona musica.

In Pratica i rosei maialini mangiano di più e aumentano più velocemente il loro peso.

Mi chiedo però cosa in particolare facciano ascoltare loro, se nelle ultime ore, prima di raggiungere il peso desiderato, gli dedichino almeno un requiem, e se loro capiscono che sono prossimi al patibolo.

O se invece, mangino più in fretta perché vogliono porre termine al più presto a questa tortura (se non amano in particolar modo come me, la musica classica).

Ma mentre lascio a voi la riflessione su questo argomento, vado a mettere un lucchetto al mio frigo. Mio fratello, violinista e appassionato di Mozart, Bach e Beethoven, è qui da me. Non vorrei che la musica avesse lo stesso effetto sugli uomini…

Annunci

8 pensieri su “a tempo di musica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...