Latino, che passione!

Da un articolo de „La Repubblica“ ho appurato che è tornato di moda il latino (vedi:

http://www.repubblica.it/2006/b/sezioni/scuola_e_universita/servizi/linguestra/boom-latino/boom-latino.html)

Io ha sempre avuto una certa passione per il latino, ma con passione intendo il significato etimologico del termine:

Passione, dal latino participio passato passus, del verbo patir, patire, soffrire.

Studiare latino è stata per me una vera e propria passione, sofferenza!

Mi sono sempre chiesta: perché studiare una lingua morta? Se poi è morta, ci sará pure un motivo? Perche´dedicare piú ore allo studio del latino piuttosto che alle lingue straniere ancora “vive”? Nessuno dei miei professori di latino mi ha mai saputo dare una risposta esauriente. Ma poveretti in fondo li compatisco, avere studiato per anni una lingua inutile e poi costretti a rovinare future generazioni con quella stessa lungua per poter tirare avanti a campare. Che destino infelice!

Dopo aver frequantato il liceo e aver (non) studiato latino per 5 anni mi sono iscritta alla facoltá di lingue, perche a me le lingue (vive) sono sempre piaciute.

La mia scelta cadde su Inglese (ok, scelta banale) e tedesco.

Giá alla prima lezione di tedesco, mi pentii amaramente di non aver mai studiato il latino.

Insomma tanto morta e sepolta questa lingua non era, se anche nel tedesco moderno ci sono le declinazioni! Studiare tedesco è stato difficile. Pensate di dover parlare il latino, lingua per noi relegata solo allo scritto. Ebbene se quando dobbiamo scrivere abbiamo tutto il tempo per declinare, coniugare e pensare alla struttura, tale vantaggio scompare nella lingua parlata. Il fattore tempo ti frega!

Molti mi chiedono ancora cosa mi piace nel tedesco. Semplice: è una sfida! Ogni giorno, quando riesco a farmi capire e capisco per me è una piccola vittoria, un piccolo traguardo raggiunto. Il tedesco è una lingua stimolante, piena di meccanismi che stuzzicano il mio cervello a lavorare, anche se ogni tanto si inceppa!

Solo studiando tedesco ho capito l´utilitá del latino. È una palestra per il cervello, cosí come lo è la matematica, inoltre è una lingua universale, ben piú stimolante del piatto inglese.

Allora perché è tanto odiato dalle scolaresche? Perché è sbagliato l´approccio a scuola. Credo che bisogni imparare il latino, cosí come si impara una qualsiasi lingua straniera, avendo davanti gli stessi obiettivi e stimoli, tratti anche dalla vita quotidiana, e non dalla vita di secoli e secoli fa.

Oggi ricordo solo una frase in latino…”Mater sempre certa est, pater numquam”, rivolta spesso a quella povera insegnante che non ha mai capito l´importanza del suo mestiere.

p.s. grazie fratellino!

Annunci

4 pensieri su “Latino, che passione!

  1. Pater noster, qui es in coelis, sanctificetur nomen tuum, adveniat regnum tuum, fiat voluntas tua sicut in coelo et in terra, benedictam tu in mulieribus…

    Mi piace

  2. Il tuo rapporto con il latino non è dissimile dal mio che però avendo fatto il liceo classico(specifico al Maria Adelaide per far capire la sfiga!!)si raddoppiava per la presenza del greco. Ricordo ancora la Prof. Cutrera che ad ogni interrogazione esclamava:”Daniela..fantasia 8, latino o/e greco 2!!!
    Solo dopo ne ho capito l’importanza arrivando al punto di riaprire i libri del liceo…ma se era una tragedia a liceo non vi dico ora!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...