Un giorno a Berlino 2

Pranziamo in un Mc Donalds e prendiamo le ciambelle da Dunkin Donuts..cose che fino a 15 anni fa ci potevamo solo sognare di fare a Berlino!

I tedeschi si preparano per la finale che loro definiscono “piccola”, quella per il terzo e quarto posto, ma per loro è come se fosse in gioco ancora il titolo di Weltmeister.

Alle 21, quando c’è il fischio iniziale, il nostro treno parte per Lipsia.

Dopo 45 minuti il controllore dice all’altoparlante: “per chi fosse interessato, il risultato alla fine del primo tempo, è 0- 0.”

Arriviamo a Lipsia, siamo incuriosite, “chissà com’è finita la partita?”. Mi avvicino ad un poliziotto e glielo chiedo. Con una punta di orgoglio, mi dice: “3-1 per la Germania”

Non era poi necessario chiedere, bastava uscire la stazione per essere investiti dalla festa che impazzava per le strade. Cori, canzoni, colori, suoni di clacson, trombe. La loro nazionale aveva vinto!

“…Naska, glielo dici tu che non sono arrivati in finale?”

“Lasciali sognare, in questo mondiale ha comunque vinto la Germania

e loro ne sono orgogliosi…e poi..smetti di parlare italiano se vuoi arrivare a vedere la finale domani!”

Annunci

2 pensieri su “Un giorno a Berlino 2

  1. Ero con la mia amica e sua sorella. Io avevo appena incontrato il mio mito in libreria. loro due non si sono trattenute con me nell’attesa di incontrarlo e sono andate al Mc Donald’s, ci siamo viste dopo li.
    Non mi importava dove fossi, ero tutta eccitata e nervosa

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...